LOSONE : Prò Art Park Losone, alla riscoperta del futuro.

 

Losone : “La fortuna premia gli audaci” il gruppo Prò Art Park Losone questo lo sa e propone al Municipio e alla popolazione una spettacolare idea per il comparto ex caserma San Giorgio.

“Più posti di lavoro, miglioramento dell’economia non solo per Losone ma per tutta la regione e un’attrazione internazionale”

Ai piedi degli scalini geologici erosi dalle glaciazioni, in un’ampia zona che si estende sulla riva destra del fiume Melezza, prende spazio un’idea particolare di parco.

Natura e Arte si incontrano, generando un territorio di sperimentazione.

Ripensare ampie porzioni di territorio come quella del parco dell’Ex Caserma San Giorgio di Losone significa riflettere sulle reali possibilità di stimolare la nostra economia producendo ciò che più dà valore all’azione dell’uomo: Le IDEE.

La Natura è spunto di un processo creativo. Partendo dal principio che solo l’esperimento ci rende consapevoli delle nostre potenzialità, il parco diventa il luogo privilegiato di questo agire incrociato, ove l’Artista potrà creare e l’Artigiano potrà emancipare il suo prodotto, all’interno di un paesaggio specifico.

La metafora è quella del tessuto: Ossia ove ordito e trama producono sì Estetica, ma anche Forza.

Oggi più che mai scienza e tecnologia ci permettono di capire e riprodurre parzialmente alcuni fenomeni naturali.

Siamo ormai capaci di costruire raffinate strutture statiche che riproducono quelle della nostra pelle, siamo capaci di descrivere il processo di crescita degli vegetali attraverso algoritmi che generano poi alberi virtuali nei videogiochi, siamo capaci di elaborare forme strutturali identiche a quelle delle ali di una libellula, siamo capaci di costruire scocche portanti tessendo fili di fibra di vetro e carbonio con l’aiuto di robot e droni, …

Il LAP diventerebbe un centro di interesse internazionale che garantirebbe a Losone grande visibilità, vero e proprio propulsore per chi vuole interpretare le proprie origini in modo avveniristico.

L’ambizione di questo parco è quella di trasformare il territorio in un “Fabrication Laboratory”.

E questo come?

  • Rivalorizzando un’ampia area verde, allestita con un magnifico percorso naturale ove si può scoprire oggetti artistici mimetizzati nella natura godendosi pace e tranquillità regalata ai visitatori da una cornice naturale che permette di passare giornate di svago in famiglia, per i cittadini.
  • Nel complesso dal parco saranno a disposizione aree per eventi privati o pubblici e per tutte quelle manifestazioni legate al mondo degli artisti di strada, del teatro, delle marionette e della mimica.
  • Creando sinergie creative tra Artigianato locale ed Arte internazionale, estendendo i limiti del nostro territorio creativo ad aree più stimolanti.
  • Disegnando un parco che integri, in maniera contemporanea, le specificità naturali locali, avvalendosi di collaborazioni con la Fondazione svizzera Pro Specie Rara.
  • Creando padiglioni, serre, voliere, ateliers, … per accogliere utenti e visitatori. In questo processo progettuale dovranno essere integrati sistemi innovativi ispirati alla Bio Mimetica, ai sistemi Mimimal Mass, alla Digital Fabrication, … avvalendosi di collaborazioni con istituti di ricerca nazionali (ETHZ, EPFL) ed internazionali (ICD-ITKE Stuttgart, …)
  • Valorizzando la trasmissione di queste esperienze ai più giovani.

Se il parco vuole essere il territorio di sperimentazioni, lo sarà solo attraverso la collaborazione attiva di tutti. Il futuro ci appartiene ma lo potrà essere solo attraverso sinergie, impegno ed entusiasmo.

Per conseguire questo importante scopo è stato creato il LAP (Losone Art Park) da un gruppo apolitico di cittadini che credono nel futuro del parco e che si batteranno affinché questo venga realizzato, in quanto è un’opportunità unica che porterà un valore aggiunto a tutto Locarnese.

In fine, questo progetto oltre a diventare un luogo di forte interesse internazionale, ludico culturale, nella sua realizzazione e operatività darà modo di creare innumerevoli posti di lavoro e possibilità per i nostri giovani di conoscere e appassionarsi a nuove professioni, incentivando nuove idee d’impresa o start-up.

Tutto questo sarà realizzabile piuttosto velocemente poiché costruito a tappe, con un investimento ridotto. Il risultato sarebbe da subito ottimale e il progetto negli anni potrebbe estendersi e completarsi.

Da non dimenticare che il LAP sarà una struttura autofinanziante e quindi i suoi costi di manutenzione non ricadrebbero spese sulla cittadinanza.

Il futuro è ora nelle nostre mani.

Share this...
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter