TICINO/ZURIGO: A Zurigo tutti al voto per l’abolizione degli aiuti agli Asilanti.

Ticino/Zurigo : “Il risparmio per il Cantone si aggirerebbe attorno ai 10 milioni di franchi all’anno, per i migranti unicamente un aiuto limitato e riferito all’urgenza”.

Ben 5’600 circa i migranti toccati dall’esito di questa votazione prevista per il prossimo fine settimana del 23 e 24 di settembre. I zurighesi si pronunceranno a favore o contro l’abolizione degli aiuti sociali per i rifugiati, ammessi in misura provvisoria che si sono visti rifiutare la domanda d’asilo.

Questa misura di taglio era stata decisa lo scorso mese di aprile dal parlamento zurighese, se questa proposta dovesse essere accettata, gli asilanti a cui la domanda d’asilo dovesse essere stata rifiutata, ma che possono restare in Svizzera a causa dei conflitti nei loro paesi, riceverebbero unicamente l’aiuto d’urgenza quantificato in 360.- franchi al mese, contro gli attuali 900.- franchi, a persona, tenendo in considerazione che affitto,vitto e cure mediche e farmaceutiche sono già spesate. Questo tipo di misura permetterebbe al Cantone di risparmiare circa 10 milioni di franchi, i sostenitori dell’iniziativa sono sicuri che con questa misura si incentiverà l’impegno dei migranti a cercare con maggiore impegno un impiego.

Da rilevare che tra i contrari vi é Croce Rossa, l’Aiuto Protestante Svizzero il Soccorso Operaio Svizzero e le municipalità delle città di Zurigo e Winterthur, le quali sono certe che vi sarebbe, contrariamente più difficoltà ad integrare i migranti.

 

Share this...
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter