LOSONE: La Lega dei Ticinesi, le madri di famiglia devono poter continuare a lavorare, i leghisti chiedono il congelamento dei licenziamenti.

Losone: In una mozione urgente la Lega dei Ticinesi di Sezione Losone chiedono l’immediato congelamento dei quattro licenziamenti delle donne di pulizia impiegate presso le Scuole elementari e palestre di Losone. La questione deve essere rimandata alla Commissione competente e al Consiglio Comunale.

I firmatari della mozione, la Presidente Bea Duca e il Vice Presidente Orlando Guidetti, con toni che non lasciano spazio a fraintendimenti chiedono con fermezza che i quattro licenziamenti, avanzati dal Municipio, delle quattro donne impiegate nel settore delle pulizie presso le scuole elementari e le palestre di Losone, siano congelati sin che la decisione sia rimandata alla competente commissione ed in fine al Consiglio Comunale.

I leghisti definiscono inaccettabile e ignobile il gesto di licenziamento di queste cittadine losonesi, madri di famiglia, che svolgono con dedizione e impegno i loro compiti.

Queste persone lavorano da anni per il Comune di Losone, alcune di loro si trovano a pochi anni dalla meritata pensione.

I rappresentanti della Lega dicono, “è scandaloso, se questo agire è un comportamento legato ad un discorso di risparmio, senza tenere in considerazione il valore umano e il rispetto della persona”.

Inoltre i due Consiglieri Comunali Leghisti tengono a sottolineare e a rendere attento il Municipio che prima di appaltare certe mansioni a ditte esterne, magari con sede fuori dal comune di Losone, ci sono molte persone a carico dell’assistenza da impiegare e restituire loro la dignità.

In conclusione Duca e Guidetti mettono l’accento sul fatto che da parte della Lega dei Ticinesi era già stato segnalato in passato che i lavori di pulizia assegnati ad esterni, sono di scarsa qualità e messi a confronto con il risultato ottenuto dall’impegno di queste donne che da anni lavorano in questo settore, facendolo con rispetto e riguardo e amore verso i bambini, non ha eguali.

Share this...
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter