LOSONE: 1480 firme a favore delle 8 donne impiegate dal Comune di Losone. Il gruppo della Lega dei Ticinesi di Losone si era immediatamente esposto con una mozione molto incisiva.

Losone: Come vi avevamo preannunciato ieri, anticipando quello che oggi è avvenuto presso la cancelleria comunale di Losone. A novembre il gruppo della Lega dei Ticinesi di Losone è immediatamente intervenuto con una mozione per salvaguardare le donne impiegate come operatrici di pulizia presso le scuole e le palestre comunali. Oggi dopo una annunciata raccolta firme, sono state consegnate in cancelleria comunale la bellezza di 1480 firme di cui 1280 solo di cittadini e cittadine di Losone, le restanti 200 sono state sottoscritte in altri comuni solidali con le donne.

Quindi possiamo dire che hanno partecipato alla sottoscrizione, per chiedere al Municipio di rinunciare alla privatizzazione del servizio in oggetto, mantenendo operative le otto donne a rischio di licenziamento, più cittadini di Losone che quelli che hanno partecipato al sondaggio sulla sicurezza che sono state 800.

Quindi se il popolo è sovrano ora al Municipio non resta che fare marcia indietro, dichiarando persa la battaglia. La vittoria meritatamente alle otto donne oneste lavoratrici e madri di famiglia e ai cittadini e cittadine di Losone e ai componenti del gruppo lega dei ticinesi di Losone, nonchè a tutte le persone che si sono prese a cuore queste donne, dai sindacalisti ai responsabili del personale e quant’altro.

Da parte nostra facciamo un caro augurio alle meritevoli lavoratrici, e un ringraziamento a tutti coloro che le hanno sostenute.

Dal gruppo dei leghisti di Losone abbiamo comunque appreso che “rimarranno vigili su quanto ora il Municipio deciderà di fare” e se il caso lo rendesse necessario “si intereverrà ancora”.

 

Una rappresentante delle otto donne, ci ha contattato e ci ha chiesto di trasmettere il loro grande abbraccio e ringraziamento a tutti i firmatari della petizione a tutti i cittadini e cittadine, politici, sindacalisti, rappresentanti dei lavoratori, ecc… che si sono addoperati e gli sono stati vicino supportandole e dando loro forza e speranza. UN GRAZIE DI CUORE !

 

Share this...
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter