Ticino/Locarnese: Il quotidiano LaRegione è pronto alla valanga di disdette degli abbonamenti che sembra si verificheranno dopo la votazione del 10 giugno 2018. Chi semina vento raccoglie tempesta!

Cantone/Locarnese: Da indiscrezioni sembra che per il quotidiano LaRegione si avvicinino tempi difficili, infatti molte persone si dicono offese ed arrabbiate. Il giornale ci raccontano, non è stato imparziale trattando gli argomenti delicati inerenti il progetto del Parco Nazionale del Locarnese (PNL) e la possibile riapertura del centro richiedenti asilo a Losone (CRA).

LaRegione, ha dato spazio solo a chi più gli ha fatto comodo, non è stato un giornale imparziale, ha favorito solo i promotori del “SI” al Parco Nazionale e i promotori del “SI” caserma.

Infatti vari comunicati stampa dei due fronti del “NO” Parco e “NO” caserma sono stati snobbati a più riprese, non vi è stato dato spazio. Mentre per i Municipi e fautori delle due proposte PNL e CRA non si è lesinato lo spazio.

Infatti a quanto ci è dato asapere già nei giorni scorsi sono state sembra inoltrate alcune disdette per gli abbonamenti al quotidiano, pare che molte altre arriveranno.

Quindi ci sarà tutto da guadagnare per gli altri organi d’informazione. Alcune persone da noi sentite ci hanno detto che ora, tardi troppo tardi, i giornalisti de LaRegione cercano di recuperare interviste dai “NO” PNL e “NO” CRA, ma sembra che siano tentativi andati a vuoto, infatti le due gruppi hanno deciso di tagliare i ponti con chi non ha saputo dare il medesimo spazio riservato per gli altri.

Che dire ormai sembra inutile piangere sul latte versato.