Alla ex caserma San Giorgio di Losone i militi si preparano al peggio.

di Orlando Guidetti

Parco veicoli ex caserma San Giorgio Losone (foto Ticino Oggi)

Da giovedì 19 marzo 2020, la ex caserma San Giorgio di Losone è tornata ad essere quella di un tempo quasi dimenticato. Purtroppo l’insediamento delle forze armate nella vetusta caserma è avvenuto a seguito della pandemia che sta attanagliando il Ticino e i suoi abitanti. Si era capito che l’esercito si fosse mobilitato per supportare gli operatori al fronte sanitario di quest’emergenza, ma oltre a questo pare ci sia dell’altro.

Per il Ticino si stanno avvicinando settimane dure, infatti i militi stazionati alla caserma di Losone si stanno organizzando e preparando al peggio, esercizi con tute protettive batteriologiche. Si prevede un aumento di decessi e di malati.

Proprio questa sera il Dottor Christian Garzoni (epidemiologo), ai microfoni della RSI, ha dichiarato che <<abbiamo tutta una serie di pazienti, giovani adulti dai 30/40 anni fino ai 65 anni che consideravamo categorie non a rischio, ma che purtroppo li vediamo arrivare gravi in ospedale e anche intubati in cure intensive>> e ancora <<pertanto l’appello per stare in isolamento nel nucleo famigliare, da oggi vale per tutti!>>.

Share this...
Share on Facebook
Facebook
Tweet about this on Twitter
Twitter